logo tesisquare

In una supply chain sempre più estesa e fondata sui principi della collaborazione, anche il tema del magazzino evolve in una vista trasversale. In un certo senso diventa necessario seguire il “lifecycle journey” dei prodotti: dalla loro realizzazione alla vendita al cliente finale, passando attraverso i vari magazzini su cui si poggia l’intera supply chain. In quest’ottica la visibilità di ciascun attore della filiera, a monte e a valle della fase che lo vede coinvolto in una relazione molti a molti e la sua proattività nei processi di gestione ottimizzata delle scorte, favoriscono la realizzazione di una supply chain estesa, efficiente, reattiva e collaborativa.
Le piattaforme collaborative integrate con sistemi di comunicazione digitale strutturata (Integration Brokerage B2B) hanno facilitato e diffuso gli scambi informativi relativi al ciclo dell’ordine ed alle giacenze di magazzino, necessari per aumentare la collaborazione nei processi di business, ponendosi come base per la realizzazione di progetti di CRP (Continuous Replenishment Process) e VMI (Vendor Management Inventory); tali progetti permettono di delegare al fornitore la gestione dell’approvvigionamento dei magazzini dei propri clienti, che si tratti tanto di depositi dei produttori quanto di centri distributivi dei retailers.
L’abbinamento di un sistema di previsione basato su modelli matematici ai processi di riordino permette di passare da una logica reattiva ad una proattiva, in quanto consente di basarsi non solo sulle effettive situazioni di rottura di stock in corso, ma anche su quelle che si prevede si verificheranno in seguito.
Tutte queste soluzioni e tecnologie rappresentano degli strumenti fondamentali di supporto alle decisioni, che devono venir prese prima di passare alla fase di esecuzione dell’ordine.
I benefici che ne derivano sono differenti a seconda del punto della catena in cui si trovano gli attori coinvolti: nel caso dell’“inbound”, il produttore attiva il processo di CRP verso i propri fornitori di materie prime e semilavorati, rendendo l’approvvigionamento più efficiente grazie all'ottimizzazione dei flussi dei materiali e delle informazioni connesse. La visibilità e la maggiore efficienza permettono di ridurre errori e rischi di fermi produttivi e al contempo di migliorare la relazione con i fornitori. Nella fase “outbound”, invece il distributore delega totalmente il processo di riapprovvigionamento (VMI) ai fornitori di prodotti finiti; ne derivano benefici per la logistica di deposito, con magazzini più snelli, ed un miglior livello di servizio al cliente finale, potendo disporre della merce al momento giusto e nel posto giusto.
Questa visione estesa su tutti i magazzini della supply chain e l’applicazione di modelli di VMI/CRP nei punti di contatto tra i vari attori (fornitore di materie prime-produttore; produttore-retailer) rappresenta un’applicazione di supply chain visibility in ottica “end-to-end”.
TESISQUARE abilita, attraverso le funzionalità delle proprie piattaforme collaborative, l’integrazione tra i vari soggetti della supply chain estesa; i sistemi di Integration Brokerage favoriscono lo scambio di informazioni strutturate. La soluzione di CPFR (Collaborative, Planning, Forecasting e Replenishment) permette di prevedere la domanda per pianificare in maniera collaborativa il processo di riordino, così da approvvigionare il magazzino in modo ottimale, con l’obiettivo di rispondere tempestivamente ai repentini cambi di domanda da parte del mercato e, di conseguenza, massimizzare la soddisfazione del cliente finale, sia esso il produttore piuttosto che il consumatore.

Prossimo appuntamento con Logistica Efficiente:

Milano 26 giugno 2019

L'INNOVAZIONE NELLA SUPPLY CHAIN

Iscriviti gratuitamente

Kelmer 200

FREIGHT POST AUDIT: maggiore compliance aziendale, miglioramento della contrattualistica e…riduzione dei costi!

“A freight audit is the process of examining, adjusting and verifying freight bills for accuracy” .. è sufficiente rivolgersi a Wikipedia per comprendere il significato in ambito internazionale di un termine che sembra all’apparenza molto generico.
È evidente a tutti che il controllo di alcune tipologie di fatture di trasporto, principalmente quelle relative ai trasporti aerei, marittimi, o ai Corrieri Espressi, non sono di facile interpretazione, ed una corretta analisi richiede competenze, strumenti e risorse.
Statisticamente nelle categorie di trasporto più critiche (aereo, marittimo) il nolo è solo il 70% del costo totale, e il restante 30% sono altri costi che non vengono quindi adeguatamente controllati. Le statistiche di Kelmer evidenziano che una fattura ogni sette contiene un errore, e mediamente nelle categorie più critiche dal 1% al 5% dei costi sono oggetto di contestazione col Fornitore.
Il vantaggio più ovvio di effettuare un efficace controllo delle fatture è quello di recuperare denaro tramite il rimborso da parte dei Fornitori. Ma esistono altrettanto importanti benefici: aumento della compliance aziendale, potenziamento della negoziazione futura e maggiore business intelligence.
La Tecnologia dell’Auditor può aiutare non solo nel controllo delle fatture; nel caso dei Corrieri Espressi, per esempio, è molto utile monitorare l’esito delle singole spedizioni, in quanto in caso di ritardo possono essere rimborsate. Ma non è cosa semplice: occorre scaricare su base giornaliera le informazioni di tracking disponibili sui portali; identificare le spedizioni in ritardo (TA=Time of Arrival>ETA=Expected Time of Arrival); determinare se la responsabilità del ritardo sia effettivamente del Corriere, escludendo le cause legate al Mittente, al Ricevente o a cause di forza maggiore; effettuare richiesta di rimborso solitamente attraverso il portale del Corriere; il tutto entro pochi giorni dalla data di spedizione.
Una bella sfida, che normalmente le Aziende da sole non riescono a gestire, anche perché il costo di ognuna di queste piccole spedizioni ammonta a pochi euro.

Prossimo appuntamento con Logistica Efficiente:

Milano 26 giugno 2019

L'INNOVAZIONE NELLA SUPPLY CHAIN

Iscriviti gratuitamente

familog 151


Certo: italiane! Lo stato dell’arte nel settore dell’unità di carico realizzata in polipropilene.

Familog, divisione di Fami specializzata nella progettazione e produzione di cassette destinate all’impiego ed interazione con magazzini automatici, è una realtà tutta italiana che compie quest’anno 90 anni di attività.
Posizionata nell’alto vicentino in area strategica per le grandi vie di collegamento europee e grazie alle 4 filiali di proprietà nel DACH ed in Polonia, Familog è in grado di rispondere con estrema immediatezza alle richieste del mercato.
Ricerca di nuove materie prime, con particolare attenzione al minore impiego e riciclabilità, sistemi produttivi efficienti che consumano meno energia elettrica, gestione digitale della documentazione all’interno del sistema produttivo, riduzione del materiale da imballo e quindi del suo smaltimento a fine vita, ottimizzazione dei trasporti anche intermodali, sono solo alcuni aspetti del costante focus di Familog che non guarda solo alla perfezione del proprio prodotto ma anche all’impatto sull’ambiente che la sua creazione genera.

Comprare italiano significa acquistare qualità e servizio riducendo per il mercato interno l’impatto ambientale del trasporto su gomma.
 

Prossimo appuntamento con Logistica Efficiente:

Milano 26 giugno 2019

L'INNOVAZIONE NELLA SUPPLY CHAIN

Iscriviti gratuitamente

mox 200


Durante l’intervento presenteremo alcune delle specifiche che qualificano la logistica come logistica 4.0. Sulla base di queste specifiche concretizzeremo questi aspetti formali e teorici con esempi pratici di applicazione nell’ambito dell’integrazione di sistemi (specificatamente dei modelli e-commerce) e di automazione del processo di missionamento delle attività di magazzino.
Queste attività risultano tanto più efficienti quanto più il problema viene affrontato a monte, anticipando poi le operazioni logistiche: per tale motivo “i problemi iniziano fuori dal magazzino” e a partire da questo asserto daremo consistenza ad una possibile soluzione con un sistema di analisi di evadibilità del portafoglio ordini clienti che interagisce (anche) in autonomia con il sottosistema WMS.
Altro aspetto rilevante per un approccio 4.0 alla logistica è rappresentato dal grado di flessibilità e modellabilità del sistema logistico ai flussi di magazzino: formalizzato correttamente il processo logistico (ricezione, stoccaggio, controllo qualità, ecc.) deve essere poi il software ad adattarsi a quanto concordato tra i reparti coinvolti e non viceversa. Anche su questo punto daremo spunti di riflessione e visibilità di alcuni modelli di soluzione.
Completeremo il quadro con una breve esposizione di quella parte della supply chain che affronta le criticità del post-approntamento merci e come Mox Solutions propone soluzioni anche su questo ambito.

Prossimo appuntamento con Logistica Efficiente:

Milano 26 giugno 2019

L'INNOVAZIONE NELLA SUPPLY CHAIN

Iscriviti gratuitamente

Comau 151

 

UNA NUOVA PIATTAFORMA MOBILE A GUIDA AUTOMATICA, CHE OFFRE UNA SOLUZIONE MODULARE E FLESSIBILE PER OTTIMIZZARE LE OPERAZIONI DI LOGISTICA DELLA SMART FACTORY

VANTAGGI PRINCIPALI DI AGILE 1500

  • Capacità di carico migliore nella sua classe, in rapporto alle dimensioni
  • Totale ri-configurabilità, per massimizzare il ritorno di investimento (ROI)
  • Design compatto con funzionalità di rotazione sul punto
  • Potente software per la gestione del sistema, capace di ottimizzare gli ordini di trasporto, la distribuzione dei veicoli e il monitoraggio dell’intera flotta AGV
  • Capacità del sistema AGV di interfacciarsi con le altre automazioni presenti in fabbrica.

Comau, società player a livello globale nel campo dell’automazione industriale, ha presentato al mercato una innovativa piattaforma AGV (Automated Guided Vehicle), estremamente flessibile e ideale per essere impiegata in diversi ambienti industriali, nelle aree di produzione ma anche al di fuori di esse. Agile1500 è il primo veicolo a guida automatica sviluppato all’interno della nuova piattaforma AGV di Comau, piena espressione del suo approccio alla progettazione di soluzioni di automazione aperta.
Modulare, scalabile e completamente riconfigurabile, Agile1500 può trasportare carichi fino a 1.500 kg, con una velocità massima di 1,7 m/s. Grazie a queste caratteristiche, il nuovo AGV può facilitare in modo significativo l’operatività di fabbrica, rispondendo alla domanda di una produzione industriale sempre più just-in-time e just-in-sequence e assicurando numerosi vantaggi: può ottimizzare i flussi logistici all’interno degli stabilimenti, consentire una migliore gestione del magazzino e garantire, in generale, una più elevata efficienza produttiva.
Agile1500 ha un ruolo chiave nello sviluppo di una nuova piattaforma operativa nell’ambito dell’Industry 4.0. Contribuisce ad aumentare le condizioni di sicurezza complessiva all’interno della fabbrica, attraverso funzioni di controllo avanzate e alla presenza di uno scanner laser integrato che può arrestare l’AGV nel caso in cui rilevi un ostacolo sul proprio percorso.
Agile1500 è un prodotto standard, ma altamente configurabile, che può essere dotato di differenti accessori per aumentarne le prestazioni, adeguandolo così alle specifiche richieste di ogni applicazione industriale. Per questo motivo è un AGV versatile, capace di soddisfare differenti esigenze produttive e di adattarsi a qualunque layout di fabbrica: può operare attraverso un sistema di navigazione multipla che gli consente di muoversi nello spazio utilizzando sia punti di riferimento naturali (pareti, oggetti, ecc) sia punti predefiniti (punti magnetici, nastri magnetici, ecc).

Agile1500 è la risposta di Comau ai bisogni di un mercato in continua evoluzione. Un mezzo di importanza strategica per facilitare lo sviluppo e l’operatività dell’Industria 4.0. Grazie, infatti, a questa innovativa tecnologia Comau può supportare al meglio le logiche di una produzione customizzata e ad alta efficienza, ottimizzando al contempo la produttività e la redditività dell’interna linea di lavoro delle aziende clienti.

.
 

Prossimo appuntamento con Logistica Efficiente:

Milano 26 giugno 2019

L'INNOVAZIONE NELLA SUPPLY CHAIN

Iscriviti gratuitamente

Innovazionesupplychain.it è un sito di proprietà di MLC Consulting Srl - Via Stilicone 12 - 20154 Milano - Tel. +39 02.3322.0352 - Fax +39 02.7396.0156 - P.IVA 04914830965 - Web agency