L'outsourcing del magazzino può essere considerata una innovazione?

L'outsourcing del magazzino può essere considerata una innovazione?

Il concetto di magazzino nel tempo è profondamente cambiato. Infatti per anni ci si è trovati a sottovalutare il ruolo degli addetti alla gestione e al magazzino stesso. Lo si può capire dall’impiego delle risorse che in questi campi è stato sempre minore. Oggi invece, si va verso una visione completa dell’azienda dove tutti sono utili allo svolgimento di una certa funzione ed è per questo che sono molte le strategie adottate per garantire al magazzino un ruolo fondamentale.

Cos’è l’outsourcing

Prima di fare delle considerazioni sull'opportunità che l'outsourcing possa essere o meno adottabile in ogni azienda, è bene fare chiarezza sulla sua origine, esplicando al meglio le sue funzioni.

Questo termine è riferito all'impiego di personale esterno e risorse nell’ambito delle aziende che richiedono un servizio. Ma in cosa consiste esattamente? Si tratta di un incarico dato ad una società esterna all’azienda che svolge dei compiti o delle attività tipiche della propria azienda, con l’obiettivo di abbattere i costi dei processi produttivi che sono considerati poco efficienti.

Uno degli esempi tipici dell’outsourcing è quello relativo ad un’azienda che affida la distribuzione della sua merce alla società di logistica competente in questa mansione, tramite accesso diretto al magazzino permettendo così di espletare tutte le funzioni per le quali l'azienda esterna è stata chiamata ad intervenire.

Anche se questo è un concetto di tipo generale, è possibile applicarlo ad altre attività che possono riguardare la gestione delle macchine informatiche, industria automobilistica, call center, contabilità e altri servizi. Infatti, l’outsourcing è utile proprio a minimizzare le risorse, diminuendole ma rendendendole più efficienti. Come si può vedere i vantaggi sono tanti, ma ci sono anche aspetti negativi a riguardo. È molto importante prestare attenzione alla gestione delle informazioni che riguardando i clienti e inoltre non bisogna creare un sistema aziendale che dipenda essenzialmente da questi fornitori.

Outsourcing: opportunità o necessità?

Come abbiamo potuto vedere, l’outsourcing è considerato come un vantaggio per un'azienda e molte sono le professioni che richiedono l’intervento di questo sistema per garantire una gestione ottimale della logistica. In questo caso però, è necessario che le aziende che praticano questo sistema siano esperte nel settore di appartenenza e cioè dei veri e propri specialisti che su questo hanno costruito il core business. Infatti si nota come nel magazzino sono necessarie queste aziende ed è per questo che bisogna cogliere le opportunità per poter avere sotto controllo tutte le criticità comuni nella gestione di ogni magazzino.

Le aziende che si occupano delle attività di stoccaggio ad esempio, sono al corrente di tutte le normative, tecniche e adempimenti per poter garantire una corretta gestione del magazzino. Questo è uno dei motivi per cui affidare la gestione delle risorse a loro è più che conveniente.

Spesso le domande che si pone un proprietario di azienda riguardano proprio la velocità di movimentazione e consegna della merce, dello spazio in magazzino e delle capacità di stoccaggio. Quando si riscontrano criticità in questo campo è importante trovare delle soluzioni. Uno degli aspetti essenziali relativi all’outsourcing è la formazione dei dipendenti del magazzino circa la sicurezza, aumento della qualità nei servizi, primo soccorso e squadra di emergenza. Si tratta di aspetti importanti che vengono regolamentati anche da normative di legge che prevedono delle sanzioni penali in caso di mancato rispetto. È prevista la redazione del documento relativo alla valutazione dei rischi, il cosiddetto DVR. Sono previsti in questo caso, corsi per i carrellisti per operare in sicurezza, visite mediche obbligatorie, addestramento per i lavori in quota, controllo della messa a terra che dovrà avvenire a cadenza biennale, prove di evacuazione, impianti anti incendio e tutte le autorizzazioni per poter maneggiare cibi così come altre autorizzazioni riguardanti le emissioni in atmosfera. Tutti questi compiti riguardano la gestione di magazzini che abbiano grandi dimensioni, però anche per le piccole e medie imprese è possibile affidarsi all'outsourcing.

L’outsourcing può essere definito strategico?

L’outsourcing viene considerato come strategico nelle operazioni riguardanti la gestione delle operazioni aziendali. In questo caso il processo che porta all’affidamento di un processo logistico ad aziende esterne prevede che vi sia l’assunzione della gestione del processo nella sua completezza e in questo caso tutto è appannaggio dell’azienda esterna.

Si può decidere di affidare tutta la fase relativa alla fine della linea produttiva di un’azienda all'esterno, provvedendo solo al rifornimento dei centri distributivi. L’outsourcer in questo caso gestisce in maniera integrata le attività essenziali provvedendo ad ottimizzare i processi.

È possibile anche affidare all’outsourcer il processo di approvvigionamento dei semilavorati e delle materie prime. In questo caso la scelta riguarda la struttura della rete logistica in acquisizione. In questo caso sarà possibile provvedere alla previsione e alla pianificazione delle scorte e della gestione dell domanda di mercato. Questa operazione dovrà risultare rilevante per l‘azienda committente, anche dal punto di vista strategico.

L’outsourcing è strategico nelle operazioni di logistica quando si verificano tre condizioni e cioè, l’azienda committente non dovrà avere core competence nell’ambito della logistica, gli operatori terzi potrano svolgere tutte le operazioni in modo flessibile e con costi convenienti all’azienda e infine, i costi relativi ai rischi non dovranno annullare i benefici ottenuti dalla gestione esterna.

La scelta del "make or buy" di un’azienda nei confronti di un processo logistico.

In questo caso sarà utile avere una panoramica completa degli elementi che diano un giudizio di qualità dell’offerta dei servizi logistici che vengono offerti.

Il mercato della logistica anche se non è perfetto, permette comunque dei vantaggi circa la scelta del miglior outsourcer. È bene sapere quanti sono i servizi di questo tipo offerti in Italia, quali le loro capacità circa lo svolgimento dei servizi, le innovazioni offerte dai fornitori di questi servizi.

In Italia le aziende che si occupano di fornitura di questo servizio sono in crescita ed è possibile anche avere grosse percentuali di aumento dei servizi se si riesce a raggiungere un mercato ancora in fase di sviluppo e cioè, settori in cui la terziarizzazione è poco sviluppata, come nel caso della logistica ospedaliera.

Si sa inoltre, che il successo della terziarizzazione di un’attività è strettamente collegata alla capacità di fornire servizi logistici migliori rispetto a quelli che il committente effettua. In questo caso si potrà fare affidamento sulle economie di scopo, cogliendo opportunità di risparmiare sui servizi cercando di comprimere al meglio le risorse. È essenziale anche sapersi specializzare su settori specifici ottimizzando i processi operativi posti in essere. Anche la comunicazione è importante, per cui è necessario mettere in relazione committente e cliente attraverso diversi sistemi informativi che siano efficaci.

Le aziende di logistica per poter ricavare la loro fetta di mercato dovranno avere una conoscenza approfondita circa le fasi operative della loro attività per porre in essere una gestione corretta che permetta una perfetta allocazione della merce, servizi di pianificazione dei trasporti, senza sottovalutare l’aspetto relativo all’organizzazione del personale.

In ultimo ma non meno importante, è il controllo sulla filiera che garantisce i servizi di logistica, sia dal punto di vista operativo che organizzativo. In questo modo il livello di servizio è gestibile ed è possibile aumentare l’efficienza in tutte le fasi del processo. È necessario anche avere una buona capacità di investimento per garantire maggiore innovazione.

Innovazionesupplychain.it è un sito di proprietà di MLC Consulting Srl - Via Stilicone 12 - 20154 Milano - Tel. +39 02.3322.0352 - Fax +39 02.7396.0156 - P.IVA 04914830965 - Web agency