Realizzare supply chain altamente tecnologiche e intelligenti è un’impresa possibile!

20160420 le2 main

Le aspettative dei consumatori si evolvono

Le aspettative dei consumatori nei confronti dell'offerta sono radicalmente cambiate; con l'aumento delle gamme di prodotti, dei canali di distribuzione e della disponibilità di informazioni, la scelta dei consumatori è divenuta sempre più sofisticata. La diffusione dei sistemi di comunicazione digitali, soprattutto nella loro versione mobile, ha fornito libero accesso a molteplici informazioni sulle caratteristiche dei prodotti e sui prezzi, impensabile fino a pochi anni fa, ed ha anche contribuito ad abbattere le barriere geografiche dei mercati.

Le aziende si evolvono

Oggi le aziende sono sempre più complesse, tipicamente sono un anello, magari il catalizzatore, di una rete più estesa che comprende altre entità (subfornitori, distributori, partner commerciali e, a volte, anche i clienti stessi). L'azienda di oggi acquista ovunque, produce ovunque e vende ovunque i propri prodotti e servizi.
L'oggetto della competizione, quindi, si sposta dal sistema "prodotto/prezzo" alla capacità di rispondere, o addirittura anticipare, la domanda coordinando una serie complessa ed estesa di informazioni e flussi di materiali.

Le Supply Chain si evolvono

Questa nuova modalità di interazione tra azienda e mercati pone la soddisfazione del cliente quale principale fattore di successo, tanto da potere definire la catena di "fornitura" non più come "supply" chain ma come "demand" chain, cioè catena di "domanda". Il cliente diventa il driver fondamentale dell'innovazione in termini di ideazione, lancio, packaging e distribuzione del prodotto (e dei servizi ad esso associati).

Fra le aree aziendali su cui le nuove regole hanno una maggiore influenza, il sistema logistico (l'insieme delle infrastrutture, delle attrezzature, delle persone, dei processi e delle procedure operative che permette al flusso di beni e informazioni di fluire dai fornitori ai clienti finali) è certamente tra le più importanti, poiché può creare vantaggi competitivi in termini di luogo, di tempo, di qualità e di disponibilità. Flessibilità e innovazione della supply chain diventano quindi fattori strategici fondamentali per la competitività.

In questa logica, una supply chain si può dire "ben gestita" se si praticano con continuità tre azioni fondamentali: cooperazione tra i diversi attori (attraverso la comunicazione e lo scambio di informazioni relative a livello delle scorte, dati previsionali, trend di vendita e piani di produzione), coordinamento dei flussi e delle operation (permettendo di ridurre i tempi tra l'ordine e la consegna) e comunicazione delle informazioni e dei KPI (consentendo così di monitorare in modo efficace le diverse fasi di gestione dell'ordine).

Dato il livello di servizio obiettivo, scopo del sistema logistico/produttivo è la minimizzazione del costo globale (approvvigionamento, produzione, scorte, trasporti, magazzini e gestione amministrativa). Il rapido sviluppo dei modelli di management e della tecnologia hanno fornito alle supply chain nuovi e più efficaci strumenti per affrontare questo tipo di sfide.

20160420 le2 corpo

In questa realtà che si innova cosa deve fare il Supply Chain Manager

Per gestire al meglio la sua funzione il Supply Chain Manager deve sapere che:

  • la globalizzazione crea, per l'azienda, nuove possibilità di acquisto di materie prime a bassi costi dalle economie emergenti e nello stesso tempo crea nuove possibilità di vendita (dilatazione degli spazi sia della fornitura sia della domanda)
  • vista la crescente e sempre più pervasiva focalizzazione sul cliente, è necessario che l'azienda sia in grado di assicurare un alto livello di servizio basato sulla qualità e personalizzazione del prodotto e sulla velocità di consegna;
  • la competitività di una supply chain può essere migliorata grazie allo scambio di informazioni tra i partner; la maggior parte delle opportunità di riduzione costi e/o creazione di valore si trovano nella collaborazione tra i partner della catena di fornitura
  • Il continuo aumento delle anagrafiche dei prodotti, le crescenti aspettative in termini di livello di servizio, nonché la turbolenza del contesto competitivo hanno un notevole impatto sulle attività della Supply Chain, la cui ottimizzazione si basa su quanto è stato pianificato circa la futura domanda commerciale dei clienti. Comprendere e dominare le logiche, le tecniche, gli strumenti e le best practices dei processi di Demand Planning e Sales Forecasting e il modo in cui implementarle nella pratica, consentirà da un lato di servire al meglio i clienti e dall'altro di essere efficienti.
  • La produzione con le sue relazioni con il mondo dei fornitori e dei terzisti è uno dei processi primari che determina il successo competitivo sul mercato. Controllarne i lead time, i costi e le prestazioni, attivare metodi di miglioramento, fissare i driver che determinano il cambiamento sono gli obiettivi fondamentali dei responsabili del processo. Le tematiche della fabbrica 4.0 delineano il futuro che, per essere (o rimanere) competitivi, deve rappresentare un punto cardine.
  • Il servizio logistico che l'azienda è in grado di erogare ai suoi Clienti è fortemente legato alla qualità e all'efficienza del magazzino. Il magazzino ha un obiettivo preciso: da centro di costo deve evolvere verso centro di servizio e di competitività. Questo obiettivo non è raggiungibile solo attraverso tecnologie e attrezzature di stoccaggio e movimentazione adeguate (comunque sempre più importanti in futuro), ma soprattutto grazie all'implementazione di metodi e modelli organizzativi innovativi.
  • Le tradizionali modalità di gestione del trasporto, basate sulla leva della contrattazione coi fornitori per spuntare prezzi più bassi, non sono più in grado di produrre ulteriori risparmi. Una innovativa gestione del trasporto impone un continuo aggiornamento delle metodologie e degli strumenti per la definizione dell'assetto logistico ottimale, per la corretta articolazione del piano tariffario e per il controllo dei costi e del servizio erogato.
  • regolare dal punto di vista contrattuale le relazioni sempre più frequenti e profonde tra gli attori della supply chain
  • la misurazione continua delle performance della Supply Chain (flussi, tempi, produttività e costi) permette un progressivo miglioramento delle performance.

Conclusioni

Per rispondere in modo efficace ed efficiente alle nuove sfide lanciate dal mercato, crediamo che le supply chain debbano diventare: innovative, estese, flessibili e dinamiche. I nuovi modelli manageriali di gestione, l'organizzazione e la tecnologia fanno parte della soluzione. Realizzare supply chain altamente tecnologiche e intelligenti è un'impresa possibile!


Innovazionesupplychain.it è un sito di proprietà di MLC Consulting Srl - Via Stilicone 12 - 20154 Milano - Tel. +39 02.3322.0352 - Fax +39 02.7396.0156 - P.IVA 04914830965 - Web agency